AMICI DEL VILLAGGIO CRESPI è un punto d'incontro per gli affezionati di Crespi,
per chi vuol concorrere
a tutelare questa straordinaria utopia urbanistica...

Cosa
significa
essere Patrimonio Mondiale Unesco?


TUTELA E SALVAGUARDIA
CONOSCENZA E APPROFONDIMENTI
ATTUALITA' E DOCUMENTAZIONE
SUPPORTO ORGANIZZATIVO

  scarica
il nostro
informativo
(pdf)




 
 
Salviamo il lavatoio storico di Crespi:
le sue condizioni sono una vergogna.

2004 - E' vergognoso e inaccettabile che in un luogo dichiarato patrimonio mondiale dell'Unesco e visitato ogni anno da decine di migliaia di turisti e scolaresche il lavatoio storico, parte integrante del villaggio creato dagli industriali illuminati Crespi nel tardo Ottocento, sia lasciato in condizioni pessime, ormai prossime al degrado irreversibile.
 


Nelle condizioni attuali il lavatoio costituisce pericolo per la pubblica incolumità, ed evidente deturpazione del paesaggio.
E' doveroso intervenire al più presto per salvare un edificio caro agli abitanti di Crespi e appartenente - non solo a livello culturale - a tutta l'umanità


 
IL LAVATOIO E LE LAVANDAIE AI TEMPI DELLA FAMIGLIA CRESPI
  IL LAVATOIO NELLE CONDIZIONI IN CUI SI PRESENTA OGGI
Il lavatoio storico di Crespi si trova a fianco del dopolavoro, nella piazza a lato della chiesa. Fu costruito già alla fine dell’Ottocento per venire incontro alle esigenze delle lavandaie, e permetteva di lavare i panni vicino alle case, senza dover raggiungere il fiume con le pesanti ceste colme di panni, come accadeva negli altri paesi.
Il lavatoio è interamente costruito in mattoni a vista, con finte lesene sui pilastri,archi e gradevoli decorazioni geometriche, che lo rendono esteticamente piacevole e perfettamente inserito nel contesto estetico del Villaggio.
  Pessime le condizioni attuali del lavatoio: l’edificio in mattoni è assai sporco, i mattoni sono in gran parte ricoperti di una patina di salnitro o di muschio, la vegetazione cresce al suo interno e sul tetto, il quale sta cedendo insieme alla struttura di legno, alle capriate e alle tegole. Le vasche, infine, sono colme di materiali abbandonati, sporcizia e di escrementi dei piccioni che dimorano sul tetto.
L’Associazione Culturale Villaggio Crespi, in concomitanza con l’iniziativa “Salvalarte”, organizzata da Legambiente nella tarda primavera del 2004, ha provveduto (con il consenso del proprietario) ad una prima pulizia generale.

 



 



 

Particolari del lavatoio

 
Le Email
per il lavatoio

I disegni e le lettere delle scuole per
il lavatoio

Inviata la petizione con 3500 firme

La campagna
di sensibilizza-
zione muove Ministero, Regione e Provincia